#IR-GDPR: la consulenza privacy

L’entrata in vigore del GDPR: la consulenza privacy per la protezione dei dati. Rappresenta una opportunità di miglioramento nella gestione dei propri dati

Affrontare il tema della privacy per avere risposte

Il GDPR e la consulenza privacy: opportunità e incognite


1.

Chi è responsabile in azienda di eventuali “mancanze” rispetto a questo regolamento?

In base al GDPR, il rappresentante legale o il titolare dell’azienda è la figura che viene identificata come il responsabile più importante secondo il GDPR. Ma anche l’IT Manager viene coinvolto a fronte di un accertamento.


2.

Cosa devo fare per evitare di dover rispondere (da titolare o responsabile del trattamento) di eventuali danni?

Il regolamento non stabilisce regole certe e uguali per tutti. Essendo una normativa di stampo anglosassone (“common law”) richiede una forte responsabilizzazione: vale quindi il concetto del “buon padre di famiglia”.


3.

Cosa sono tenuto a fare per dimostrare di aver adempiuto completamente?

È il buon senso il metro migliore per valutare quali siano le misure minime da implementare. Il GDPR introduce il concetto di “miglioramento costante”. Noi di InfoeRRe applichiamo la “progressione sostenibile”, cercando sempre di proporre le misure preventive che diano il maggior risultato con il minimo investimento.


4.

Come posso avere la miglior soluzione di GDPR per le mie esigenze?

Durante le consulenze preliminari, cerchiamo di ridurre la superficie dei dati interessati dal GDPR. Quando possibile, suggeriamo al cliente di eseguire una sorta di “pulizia di primavera”, un’analisi dei reali dati interessati dal regolamento, piuttosto che far accollare ulteriori costi e inutili adempimenti. Cerchiamo così di condividere con il cliente le soluzioni più funzionali che abbiamo proposto nei vari percorsi fatti e nei vari casi seguiti.

La consulenza in sicurezza digitale per le imprese

Adeguarsi in modo corretto alla Normativa europea sulla Privacy

Nessuna azienda vuole apparire nella cronaca come vittima di un furto di dati o violazioni sulla sicurezza. Ciò avrebbe un impatto devastante sulla sua reputazione e conseguente crollo del business. Il GDPR impone alle aziende di adottare adeguate misure preventive, identificando i dati sensibili, gli operatori che li trattano e i loro responsabili.

L

Questo cambiando il concetto di “misure minime” a “privacy e security by design”.

Noi di InfoeRRe riteniamo che “fare Sicurezza Informatica” significhi progettare e implementare soluzioni complete. Ecco perché InfoeRRe ha deciso di occuparsi tecnicamente e legalmente di GDPR, creando un team composto da informatici ed avvocati.

Il nostro staff tecnico certificato è così supportato legalmente dagli Avvocati Lara Ferrari e Michele Dallai, professionisti specializzati in materia di GDPR e Privacy.

Molte aziende scelgono deliberatamente di non investire in modo adeguato in sicurezza informatica, ritenendosi di scarso interesse nei confronti delle minacce informatiche. Questa falsa sensazione di sicurezza le rende invece vittime ideali, perché particolarmente esposte.

“Per non correre il rischio di essere vittima di un Data Breach, il nostro percorso relativo alla sicurezza informatica prevede una misura preventiva per ogni forma di rischio. Al concetto di ‘miglioramento costante’ richiesto dal GDPR, noi applichiamo una ‘progressione sostenibile’, cercando sempre il maggior risultato con il minimo investimento.”

Adeguarsi in modo corretto al nuovo regolamento GDPR significa saper cogliere un’opportunità. È l’occasione per fare un’analisi dei vostri sistemi, mettere in completa sicurezza i dati aziendali e guadagnare in termini di reputazione, tutto a vantaggio del vostro business.

Sicurezza Informatica

Scrivici,
per qualsiasi
informazione!

    Contattaci e raccontaci la tua esigenza:

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Trattamento del GDPR - Regolamento (UE) 2016/679 e del D.Lgs.30.6.2003 n.196, modificato dal D.Lgs.10.8.2018 n.101 sulla tutela dei dati personali. Preso atto dell’informativa esprimo il mio consenso al trattamento dei dati secondo le modalità e per le sole finalità ivi previste.